• Home
  • Notizie
  • Notizie Italia
  • La Scuola del Coraggio. Il Grande Oriente premia 100 studenti delle aree terremotate a febbraio

Il GOI Sardegna dona un defibrillatore all'accademia pugilistica sarda

CAGLIARI - La chiamata è stata ascoltata e ha ricevuto risposta, proprio il giorno dell'Equinozio di Primavera: l'appello non è rimasto inascoltato, ora i ragazzini dell’Accademia pugilistica Sardegna di Cagliari hanno un defibrillatore nuovo, grazie al contributo del Collegio dei Maestri Venerabili della Sardegna.

La cerimonia di consegna, in modo del tutto informale, si è tenuta il 20 marzo scorso nella palestra di via Mandrolisai, alla presenza del Presidente del Collegio, Giancarlo Caddeo e del Segretario Gilberto Pisu.

L’allenatore Paolo Carta, 58 anni e più di 40 spesi nelle palestre di boxe prima come atleta e poi come allenatore, ha ringraziato per il dono. “Non ce lo aspettavamo e non ci aspettavamo nemmeno tanta solidarietà quando abbiamo rivolto sui social un appello. Abbiamo poche risorse finanziarie, i nostri ragazzi arrivano dai quartieri più difficili e non si possono permettere di pagare per frequentare la palestra. Ci affidiamo molto alla generosità di tanti, commercianti e imprenditori ma anche professionisti, che colgono il valore sociale del nostro lavoro. Insegnare delle regole a chi spesso in famiglia non le ha trovate, insegnare una disciplina della mente prima dell’esercizio fisico, rappresenta una grande opportunità di crescita per questi adolescenti, che a volte diventano campioni.”

Come Federico, 16 anni, titolo italiano dei novizi. Federico è soltanto l’ultimo della serie di una fabbrica di campioni: la Pugilistica Sardegna, a San Michele dalla fine degli anni ’80, è stata nel secolo scorso la palestra di Piero Rollo, di Fortunato Manca e di decine di pugili che hanno indossato la cintura italiana e quella europea conquistando titoli e difendendoli a volte in decine di paesi europei. E onorando la nazionale italiana in più di una circostanza.

“Per noi”, continua Carta, “è già tanto poter contare su una palestra al chiuso dove ogni pomeriggio e ogni sera possiamo allenare alcuni ragazzi e portarli verso risultati sportivi. A volte poi riusciamo a trovare i fondi per mettere in piedi in Sardegna riunioni pugilistiche di una certa importanza. Come la sfida Italia-Moldavia che dovrebbe essere in cartello a maggio prossimo a Cagliari, Covid permettendo.”

Soddisfazione è stata espressa anche dal Presidente Giancarlo Caddeo: “Abbiamo raccolto un appello, come in tantissime altre circostanze il Grande Oriente d'Italia Palazzo Giustiniani ha fatto la sua parte per un obiettivo sociale nobile, che riguarda i ragazzi e uno sport che è nella tradizione e nell’identità culturale dei sardi. Se ce ne sarà bisogno, continueremo ad aiutare l'Accademia pugilistica Sardegna, perché abbiamo riscontrato concretamente l'aiuto ai bisognosi e la qualità del lavoro sociale che effettua”.


Iscriviti alla newsletter per ricevere le ultime news

Copyright © Collegio Circoscrizionale dei Maestri Venerabili della Sardegna